I cittadini “usa e getta”

Usa e GettaLa rielezione di Napolitano ha scatenato, negli ultimi giorni, diversi malcontenti e polemiche, che sono state protagoniste delle prime pagine dei maggiori quotidiani italiani. Superando questi malcontenti e lasciando da parte la rielezione di Giorgio Napolitano, che può essere condivisa o meno, sicuramente la gran parte del popolo italiano, si sarebbe aspettato dal principale rappresentante della nostra democrazia, che avrebbe in primo luogo lanciato delle proposte per far uscire il nostro paese da questa maledetta e orrenda crisi e che in un secondo momento avrebbe formato il nuovo governo in maniera del tutto democratica, visto che un governo che si fa carico del nostro paese è ancora presente in Parlamento (e non come diversi programmi televisivi affermano, privo di un governo, per giustificare la mancanza di proposte e impegno dei nostri politici). Come c’era da aspettarsi, a mio malgrado, non è proprio andata così. Nelle ultime ore, il Presidente Napolitano ha incontra Enrico Letta, vicepresidente dimissionario del PD, per assegnarli l’incarico di formare il nuovo governo, il quale ha accettato con riserva la proposta di Napolitano. Ora non mi permetto di dire che Enrico Letta, non sarà un valido presidente del consiglio ma, per onor di cronaca, si dovrebbe ricordare ai cittadini che un vero vincitore dalle scorse elezioni politiche non è stato individuato, a colpa dell’ormai nota legge elettorale. Siccome l’Italia è una democrazia, quindi il potere dovrebbe essere in mano del popolo, non capisco su quale base il Presidente della Repubblica abbia assegnato l’incarico a Letta e quindi al PD. Come già ricordato in precedenza, le ultime votazioni non hanno dato vita a nessun vincitore, quindi in parole povere sono state considerate nulle o meglio ancora nulle per i partiti, perché il popolo italiano queste elezioni le ha pagate a caro prezzo, pensate che il costo stimato per le ultime elezioni si aggira introno a 400 milioni di euro, prezzo che se avrebbe dato vita a un Presidente del Consiglio eletto in maniera democratica sarebbero anche giustificabili, ma visto il fatto che non sono servite a nulla, questi milioni di euro saranno altri soldi che lo stato italiano avrà sperperato alla faccia degli elettori, senza contare i rimborsi elettorali che tutti i partiti, a parte il Movimenti 5 Stelle, hanno riscosso, e che si aggirano intorno a 42.782.512,50 di euro.

Annunci

One thought on “I cittadini “usa e getta”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...